Focus

Cerca Azienda

Ricerca Avanzata

Cerca Prodotto

Ricerca Avanzata
News

17/07/2018   Leroy Merlin Urban apre domani a Madrid

Primo store nel centro di una metropoli, Leroy Merlin punta non solo a presentare i prodotti ma a fornire servizi e consulenze personalizzate. Tre aree di competenza in cucina, bagno e decorazione,  9.500 le referenze disponibili e 150.000 quelle su richiesta e 30 dispositivi elettronici a disposizione dei clienti per una scelta dei prodotti più dettagliata e veloce.

16/07/2018   Automotive in ferramenta: come trattarla e allestire il punto vendita

Si avvicinano le tanto agognate vacanze estive. Tutto deve essere organizzato e in ordine… compresa la propria auto. La ferramenta può essere un buon punto di riferimento
per il settore automotive: dall’olio motore ai lubrificanti, dai prodotti per la pulizia ai profumatori. Ecco i consigli degli esperti del settore, distributori e aziende specializzate e i suggerimento sul sell-out di iFerr.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

13/07/2018   Grinding festeggia il 50°

Grinding, marchio di riferimento nel mercato italiano
per la produzione e distribuzione di prodotti abrasivi, festeggia 50 anni di attività e lo fa attraverso una serie di iniziative a favore del mercato, come la Convention che si è tenuta il 20 giugno organizzata per incontrare tutti i protagonisti del settore. Jacopo Confalonieri, responsabile Grinding Italia, intervistato da iFerr, ha dichiarato “la nostra storia è fatta di interscambio continuo con i nostri distributori. Loro devono aspettarsi sempre il meglio da noi e noi dobbiamo fare il possibile per garantirglielo”. 

LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA SUL NUMERO DI IFERR MAGAZINE ON LINE

12/07/2018   Facco e Ital-Agro insieme per il Garden

A partire dal 1° settembre 2018 Facco e Ital-Agro distribuiranno in collaborazione per la distribuzione i prodotti a marchio DIAVOLINA®, SPIRA® e VULCANO® da parte sul territorio italiano per i seguenti canali: Garden Center, Consorzi Agrari, Rivendite Agrarie, Vivai, Fioristi. Facco con la scelta di Ital-Agro si propone di assicurare e migliorare nell’immediato la continuità di servizio, e di rafforzare la presenza dei propri marchi sul mercato grazie all’organizzazione qualificata e capillare della rete vendita del nuovo partner. 

11/07/2018   Brico Io presenta l'autunno

Si è aperto questa mattina nel centro congressi Nh Hotel di Assago Forum,  l’evento Fiera realizzato in collaborazione e con la partecipazione di numerosi fornitori che dà modo ai negozi di visionare ed ordinare in anteprima, a prezzi vantaggiosi, gli articoli per il prossimo autunno.

10/07/2018   Il laboratorio interattivo di Sonepar Italia a Latina

Il team Automazione Industriale di Sonepar Italia, distributore
di materiale elettrico, ha inaugurato lo scorso 8 maggio nel
punto vendita di Latina il primo laboratorio di sperimentazione e specializzazione interamente dedicato alle tecnologie dell’Industry 4.0. Il LatinaLab è uno spazio espositivo interattivo per i clienti che vogliono scoprire i prodotti più innovativi presenti sul mercato e personalizzare la soluzione più adatta alle proprie necessità.
Qui, infatti, con il supporto di tecnici specializzati si possono
sperimentare modalità di connessione e interazione tra i diversi prodotti proposti dai diversi fornitori partner di Sonepar Italia. Inoltre, il LatinaLab consente di sviluppare delle App personalizzate per il controllo e la gestione a distanza delle applicazioni scelte.

09/07/2018   Il tour alla scoperta del Gruppo Hörmann

Tre giorni per scoprire le
dinamiche produttive del
Gruppo Hörmann in Germania,
azienda che da oltre 80 anni
è tra i principali protagonisti
nel settore delle chiusure civili e industriali. È il viaggio intrapreso da un gruppo di trenta partner italiani tra agenti, concessionari e centri assistenza lo scorso aprile. Proposto da Hörmann Italia, filiale del gruppo sulla penisola, il tour ha condotto i partecipanti del Belpaese dapprima allo stabilimento Seuster KG, sito a Lüdenscheid e specializzato nella produzione di portoni a scorrimento rapido, e poi
ai due complessi di Brockhagen dove si realizzano portoni sezionali industriali in acciaio e in alluminio, porte da garage residenziali in legno e automazioni per chiusure residenziali, industriali e cancelli.
I partner italiani hanno proseguito il loro tour visitando l’imponente Forum Hörmann realizzato a Steinhagen, un centro di formazione e di condivisione di cultura e valori aziendali. L’ultimo giorno è stato dedicato alla visita agli stabilimenti di Dissen, dove si producono serrande avvolgibili in acciaio e alluminio, e di Amshausen, che realizza la basculante Berry (la porta da garage a oggi più diffusa in
Europa), le serrande avvolgibili da garage RollMatic.

06/07/2018   Brico Io e Mondobrico insieme!

Brico io e Mondobrico hanno siglato un accordo di partnership che ha lo scopo di migliorare, insieme, le proprie performance commerciali e accrescere la competitività sul mercato. Tutto ciò mantenendo la continuità delle rispettive insegne, “Mondobrico” e “Brico io”, che rappresentano due storie imprenditoriali consolidate e riconosciute nei territori presidiati. Il gruppo di lavoro sarà coordinato da Paolo Cesaretto di Mondobrico e da Paolo Micolucci di Brico io.

05/07/2018   Pasquale Lamura ci racconta la seconda edizione del Lamura Evolution Day

Seconda edizione dell’evento che unisce produzione e dettaglio e consolida il mercato della ferramenta al centro-sud.  Domenica 7 ottobre l’azienda Lamura presenterà una giornata ancora più ricca, dove le più importanti aziende di produzione potranno incontrare i migliori clienti del sud Italia, nella storica sede di Sala Consilina, in provincia di Salerno. Pasquale Lamura, amministratore dell’azienda, ci ha raccontato novità e iniziative.

 

 

 

iFerr: Seconda edizione del Lamura Evolution Day, che tipo di passi in più avete fatto? a quali novità avete pensato?

P.L:Abbiamo analizzato con attenzione la precedente edizione e preso in considerazione i feedback dei clienti intervenuti per consolidare gli aspetti che hanno avuto riscontro positivo nella precedente edizione e rivederne altri che vogliamo decisamente migliorare.Tra le novità, ad esempio, c’è la location,che rimane sempre la sede aziendale, ma sarà anche l’occasione per inaugurare la nuova struttura di circa 3.000mq.Questa soluzione ci consentirà di offrire il massimo comfort ai nostri ospiti e di esprimere, ancora una volta, il concetto di “evoluzione” che ci contraddistingue. Altra innovazione è il sito internet www.lamuraday.it completamente rinnovato nell’interfaccia grafica e migliorato dal punto di vista della fruibilità. Per quanto riguarda le promozioni proposte e le iniziative legate all’evento, queste avranno un sapore completamente diverso, ma di questo, naturalmente, non vogliamo anticipare nulla. Diciamo solo che, chi ci farà l’onore di intervenire,si divertirà lavorando; assicurandosi ottimi affari e conoscendo in anteprima le prossime soluzioni che il mercato della ferramenta offrirà nell’imminente futuro.

CONTINUA A LEGGERE SU IFERR MAGAZINE

04/07/2018   GfK: flessioni e andamento del canale distributivo nel settore della ferramenta

Andamento del mercato della ferramenta, soprattutto per quanto riguarda il canale distributivo e le famiglie merceologiche di riferimento. Di questo abbiamo parlato con Ivano Garavaglia (in foto), Group Account Manager, Responsabile del reparto Home and Living e della gestione di diversi canali specializzati per GFK Italia, la multinazionale che ha condotto e realizzato la ricerca.

LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA SU IFERR MAGAZINE

Focus > i-VIP

Image

Evoluzione di un consorzio

20/12/2017

Roberto Fadda è presidente del consorzio Bricolife. Con lui abbiamo parlato di aggregazioni e futuro della distribuzione nel mondo del fai da te. 

R.F.: Certo che hanno senso le aggregazioni consortili. Qui non si tratta di sindacare sulle eventuali formule giuridiche adottate dai gruppi, bensì di trovare strade che conducano verso formule nuove di condivisione e approccio al mercato.

iFerr: Quindi consorzio sì, ma non d’acquisto?

R.F.: Non solo, d’acquisto! E questa è una certezza: gli acquisti non possono e non devono più essere l’unica attività al centro delle attività di un gruppo. Perché la forza di un’aggregazione deve servire ad affrontare anche altre sfide di mercato.

iFerr: Come ad esempio?

R.F.: L’ottimizzazione della gestione dei punti vendita, e poi lo sviluppo delle attività condivise di sell-out.

iFerr: Potrebbero sembrare belle parole piuttosto vuote di contenuto, però!

R.F.: Potrebbero! Ma per quanto ci riguarda corrispondono a concrete attività che da tempo stiamo portando avanti.

iFerr: Attività che si concretizzano in…?

R.F.: Prima di tutto nell’attivazione di una nostra linea di prodotti a marchio. Abbiamo iniziato due anni fa con la progettazione di un assortimento di vernici, oggi già in vendita nei nostri punti vendita. E tra qualche mese saremo operativi con i prodotti per il giardinaggio e quelli per l’idraulica.

iFerr: Sempre di acquisti trattasi però…

R.F.: Mica vero! Creare un marchio e una linea dedicati, vuol dire lavorare sul marketing di prodotto e sul sell-out. Abbiamo strutturato una gamma specifica concepita sulle reali necessità del nostro target di riferimento, e posizionata secondo il nostro  range commerciale. In questo modo abbiamo raggiunto due importanti obiettivi, entrambi necessari:da un lato abbiamo iniziato a generare valore aggiunto, per i nostri clienti. Dall’altro abbiamo affrontato una criticità tipica delle aggregazioni come la nostra. Ovvero la difficile identificazione del gruppo, attraverso un’immagine unica e condivisa.

iFerr: Resta comunque aperta la difficile questione dell’identità dei punti vendita.

R.F.: Resta aperta,certamente. Ma stiamo proprio lavorando per risolverla. Fermo restando un aspetto però, che non di deve dimenticare: tutte le nostre realtà hanno un forte legame con il territorio. Questo legame è un valore aggiunto dal valore incalcolabile. Ecco perché l’identità del gruppo va concepita e strutturata senza mai perdere di vista la riconoscibilità dei singoli. Le due attitudini commerciali devono integrarsi non cannibalizzarsi.

iFerr: A proposito di identità dei soci: non trova che un gruppo come il vostro sia troppo eterogeneo per poter procedere spedito nel processo decisionale di rinnovamento?

R.F.: Certamente il nostro gruppo si compone di realtà difformi tra loro, per dimensioni e organizzazione. Questo può creare peculiari necessità che ci costringono a operare con molta elasticità e apertura alle esigenze degli altri. Ma non considero tutto ciò un difetto. Semmai uno scoglio che va aggirato avendo sempre in mente gli obiettivi del gruppo, pronti a fare un passo indietro se necessario per il bene comune e condiviso.

iFerr: Per concludere: cosa risponde a chi sostiene che certi gruppi siano nati solo per ottenere migliori condizioni dai fornitori, senza dare nulla in cambio?

R.F.: Che non è così! Mi spiego meglio: dare alle medie e piccole aziende di distribuzione la possibilità di migliorare i margini operativi di qualche punto percentuale, spesso significa garantirne stabilità e continuità. La conseguenza è permettere al mercato di contare su una pluralità di insegne e realtà, capillari sul territorio e forti nei confronti degli utenti finali. Io credo che questa certezza valga decisamente molto, anche per i produttori!

Leggi di pił

Image

Il Lenotti-pensiero? Nessun dorma!

20/11/2017

Non ha la sfera magica, e neppurepoteri divinatori, ma certamente in tanti anni di attività professionale e istituzionale,ha dimostrato di avere un’innata capacitàdi analisi e sintesi del nostro mercato. Per questo lo abbiamo intervistato.

A.L.: Tanto per cominciare, una premessa che credo fondamentale: il nostro è sostanzialmente un mercato sano, forte e solido; che sta bene insomma.

iFerr: Ma…?

A.L.: Non ma. Piuttosto direi: ciò nonostante! Ciò nonostante, mai crogiolarsi sugli allori! Perché di questi tempi perdere di vista le evoluzioni e i movimenti di mercato, è più pericoloso che mai.

iFerr: Parliamo di queste evoluzioni allora.

A.L.: Se analizziamo la struttura distributiva al dettaglio in Italia, quella generale intendo, ci troviamo di fronte a una situazione decisamente anomala, rispetto al resto d’Europa. L’Italia è il paese della prossimità. Di un negozio e un bar, per ogni campanile insomma. Questo vale anche per la ferramenta l’utensileria il piccolo fai da te e il giardinaggio. Una ventina di anni fa c’era chi paventava morte certa, per i piccoli negozi di paese e per i loro fornitori, i distributori all’ingrosso. Una strage operata per mano dell’emergente grande distribuzione specializzata. Le cose invece sono andate diversamente.

iFerr: Quanto diversamente, e in che modo?

A.L.: La filiera lunga non è affatto morta, e oggi ad una grande distribuzione che si muove tra luci ed ombre, fa il pari una distribuzione al dettaglio che, dopo un periodo di sbandamento, di chiusure e di assestamento, oggi sembra reggere. Senza particolari performance, sia ben chiaro, ma regge.

iFerr: Questo ci autorizza a pensare: tana libera tutti! la filiera è per sempre salva, e anche abbastanza sana?

A.L.: Per l’amor del cielo no, che nessuno faccia questo errore! Oggi le sfide sono ancor più complesse. Ieri si temeva solo la minaccia della Gds, oggi incombe anche il Web. Insomma: nessun dorma! I dettaglianti reggono ma non crescono; lo stesso vale per i grossisti, che se hanno fatturati in evoluzione lo devono unicamente alle quote di mercato sottratte ai colleghi concorrenti. Lo stato dell’arte è precario e fragile. Per sorreggerlo è necessario rinsaldarlo dalle basi.

iFerr: Come possiamo fare?

A.L.: Seguendo un ragionamento logicoche parte da questa domanda: cosa rende la filiera lunga diversa e per certi versi preferibile, agli occhi del consumatore finale?

iFerr: Ecco, ci risponda lei, qual è il valore aggiunto?

A.L.: Ma il servizio! E non solo quello di consegna veloce a prezzi centrati! No, il servizio oggiè rapporto diretto e umano, è consulenza professionale, è capacità di ascoltare e proporre soluzioni davvero mirate, è offerta di prodotti competente, chiarae trasparente. Questo a cascata, lungo tutta la catena del valore. Altrimenti chi me lo fa fare di andarein negozio o dal grossista di fiducia? Compro online, spendo meno e non perdo tempo!

iFerr: In sintesi, nessun dorma, perché il consumatore finale non dorme mai?

A.L.: Proprio così. Il consumatore non dorme mai, ed è sempre più infedele e incostante. Nei prossimi anni assisteremo a una naturale selezione di operatori commerciali, in tutti gli ambiti distributivi, dal dettaglio tradizionale alla grande distribuzione, passando per il grossismo. E per intercettare l’attenzione di questo nuovo consumatore, che vola di fiore in fiore, sarà necessario lavorare sulla nostra cultura d’impresa, ma anche sulla nostra cultura tecnica e di prodotto.

iFerr: Per chiudere in bellezza: è l’ansia da instabilità a generare una certa smania per le aggregazioni?

A.L.: Probabilmente sì. Anche se devo dirlo, e sono nella posizione per dirlo: non basta aggregare. La differenza la fa il cambiamento di rotta e mentalità. Se si sta insieme solo per acquisire qualche punto percentuale di sconto in più, allora non si va lontano! Di questo, sono più che certo.

Leggi di pił

Image

I punti di forza del Traditional Retailer

04/06/2018

Nico Trotta è Marketing Manager Corporate di Kärcher Italia. 45 anni, in azienda dal 2006, è anche responsabile della comunicazione corporate, dello sviluppo del brand e di tutte le attività trade marketing. Con lui abbiamo parlato dello stato di salute del negozio di ferramenta, da quello generalista a quello specializzato e di come debba affrontare le sfide derivate dalla tecnologia e dall’e-commerce.

 

iFerr: Prima domanda a bruciapelo: lei crede che il negozio di prossimità abbia un futuro?

N.T:Partiamo dall’azienda che rappresento:Kärcher è una multinazionale presente in oltre 200 paesi con una gamma di soluzioni e prodotti per rispondere ad ogni esigenza nel mondo del cleaning, in ambito domestico, professionale e industriale. Il consumatore finale è al centro delle nostre attenzioni, con una comunicazione diretta ed esaustiva: puntiamo infatti a generare cultura di prodotto per favorire la scelta di prodotti di qualità, come quelli a marchio Kärcher, per i quali un investimento lievemente superiore è sempre ripagato da una maggiore affidabilità. E’ il cliente che decide a chi affidarsi e dove acquistare, e oggi per noi il canale ha trovato una sua dimensione stabile nel panorama della distribuzione. Le nostre promozioni sono studiate per entrambi i canali distributivi in modo tale da raggiungere la clientela che frequenta il traditional retail, normalmente più al sud, e la grande distribuzione, più radicata al nord.

iFerr: Quindi la ferramenta tradizionale ha più feeling con il cliente?

N.T: Prossimità, relazione e consulenza al cliente sono caratteristiche connaturate al traditional retail. Veri e propri punti di forza. L’Italia, oltretutto, è un paese che si basa sulle relazioni e la fiducia è alla base di un rapporto commerciale che funziona.  E’ per questo che supportiamo il traditional retail anche attraverso idonei strumenti di comunicazione che aiutano noi a diffondere cultura sui nostri prodotti e gli esercenti a consolidare la propria posizione di riferimento -da veri e propri opinion leader- rispetto al pubblico. Siamo molto attivi anche sul versante delle promozioni, un’altra leva a disposizione dei rivenditori per fidelizzare la propria clientela. Le operazioni più efficaci sono quelle costruite su marchi noti e che favoriscono il pubblico anche rispetto al prezzo finale del prodotto.

 iFerr: Come sta affrontando la sfida tecnologica il retailer secondo lei?

Il canale tradizionale a sorpresa è straordinariamente attento e ricettivo su questo argomento. Sicuramente ci sono ancora realtà più piccole che “inseguono”, ma moltissime rivendite con le quali lavoriamo hanno ormai realizzato che la tecnologia - e-commerce in particolare, rappresenta un alleato della propria impresa e può costituire un vero e proprio strumento di crescita che non stravolge anzi supporta il business tradizionale. Quando le rivendite diventano KärcherCenter invitiamo gli esercenti adattivare un e-commerce e constatiamo risultati davvero positivi. Siamo per questo particolarmente ottimisti sul futuro, anche in termini di sviluppo tecnologico della filiera della ferramenta al dettaglio.

 

IFerr: E chi decide di restare fedelmente tradizionale?

N.T:La scelta di mantenere un’impostazione tradizionale è comunque condivisibile: l’importante è offrire prodotti di qualità e seguire il cliente anche dopo l’acquisto. La consapevolezza del rivenditore rispetto alle capacità e alle caratteristiche del prodotto venduto è fondamentale per il cliente. Il principio di suggerire “il prodotto giusto per esigenze specifiche” deve guidare l’esercente anche quando non porta nel breve periodo a un guadagno immediato. Una strategia lungimirante che genera fiducia e quindi fidelizzazione, la stessa che riporterà il cliente sul punto vendita per l’acquisto di altri prodotti, accessori o materiale consumabile per un rapporto virtuoso difficilmente replicabile on-line.

IFerr: Riassumendo tra modernità e tradizione, qual è lo stato di salute della ferramenta oggi?

N.T:  Il punto vendita fisico gode di ottima salute e continuerà a vivere, se andrà nella direzione che abbiamo appena esposto. Certo, in termini numerici il volume dei punti vendita dal 2005 al 2012 si è ridotto, ma quelli che hanno resistito ora sono in crescita in termini di vendite e fatturato. Inoltre, cresceranno ancora avvalendosi delle opportunità offerte dall’e-commerce e di azioni mirate a favore di un pubblico che conoscono di persona. Non è un caso se colossi del commercio elettronico stanno cominciando ad aprire punti vendita fisici: effettivamente poter esporre il prodotto e farlo toccare con mano al cliente sembra sia un requisito irrinunciabile.

 

Leggi di pił

Sei qui: Home > Focus - i-VIP
Condividi: facebook Invia per E-mail stampa PiĆ¹
Share on Google+ Share on LinkedIn
Aziende in evidenza
Prodotti in evidenza
Sondaggio

iFerr Island: Sardegna o Sicilia. Dove vorresti una fiera della ferramenta?

Vota adesso

Fiere & Eventi
EXPO NATIONAL FERRETERA

EXPO NATIONAL FERRETERA

Dal 6 all'8 settembre 2018

EXPO NATIONAL FERRETERA

Expo Guadalajara - Guadalajara, Jalisco

Messico

HAND TOOLS & FASTENER EXPO

HAND TOOLS & FASTENER EXPO

Dal 29 al 31 agosto 2018

HAND TOOLS & FASTENER EXPO 2018

Pragati Maidan Exhibition - New Delhi

India

SPOGA+GAFA

SPOGA+GAFA

Dal 2 al 4 settembre 2018

SPOGA+GAFA

Koelnmesse - Köln

Germania

 
In edicola
iFerr Magazine
IFERR © 2014 Partita IVA: 12022601004 Powered by Intempra Intempra