Focus

Cerca Azienda

Ricerca Avanzata

Cerca Prodotto

Ricerca Avanzata
News

20/01/2019   Ottimax: quando i nodi vengono al pettine

100 dipendenti della Ottimax, il centro fai da te e bricolage aperto nel centro commerciale "Le porte di Napoli" ad Afragola, da oggi sono senza lavoro. Il punto vendita doveva chiudere ufficialmente il 28 febbraio ma l'insegna è stata smontata già ieri. In rete la mobilitazione degli operai si fa sentire e c'è anche chi scrive al vice premier Luigi Di Maio. I lavoratori hanno solo due possibilità : il trasferimento nella sede di Catania che aprirà a breve o perdere il lavoro per sempre. Questa chiusura fa riflettere sul mondo della grande distribuzione e su una crisi che colpisce anche questo settore.

18/01/2019   Torna Homi, il 25 gennaio a Fiera Milano

La casa è sempre più al centro delle attività quotidiane: relax e famiglia, ma anche studio, lavoro, creatività, tutto si svolge tra le pareti domestiche, sempre più abitate non solo da persone ma anche da idee, stili, gusti, modi di vivere.

In tutto questo HOMI, il Salone degli Stili di Vita di Fiera Milano, in programma dal 25 al 28 gennaio 2019 si conferma un’occasione importante per scoprire le proposte più interessanti sui mondi dell’abitare e degli accessori per la persona. Non solo prodotti ma idee, progetti, stili e culture differenti, in un incontro sempre nuovo e diverso che può aiutare gli operatori ad individuare tendenze che caratterizzeranno la prossima stagione. Gli oggetti, diventano così parole di un racconto sempre diverso, che si snoda tra le stanze e i contesti d’uso, tra le forme e i colori perché come dimostra l’osservatorio CasaDoxa, la casa è indiscussa protagonista delle scelte di consumo. Dalle ricerche del prestigioso istituto italiano di ricerche e indagini statistiche, che indaga a 360° il tema dell’abitare intervistando annualmente più di 6.000 italiani, emerge che l’abitazione desiderata dagli italiani e un luogo sempre più dinamico, che accanto alle funzioni tradizionali accoglie nuove attività e genera nuove pratiche abitative. La disposizione degli spazi domestici deve seguire e adattarsi a questa trasformazione, e si vengono ad imporre diverse funzioni d’uso per i medesimi oggetti..

Per raccontare questi mutamenti, HOMI si animerà ancora una volta con una proposta merceologica ampia e trasversale: accessori e decorazioni d’arredo, oggetti per la tavola, tessuti e tessili per la casa, essenze e profumazioni per ambienti, ma anche articoli promozionali, oggettistica da regalo, da cerimonia e da ufficio.

17/01/2019   Mano Mano premia il vincitore del “The Amazing Making of”

ManoMano.it, l’e-commerce dedicato alla vendita di prodotti fai da te e giardinaggio in Europa, ha annunciato il vincitore italiano di The Amazing Making Of, il concorso internazionale lanciato in occasione della Giornata mondiale del bricolage lo scorso 24 maggio. Tra più di mille progetti a livello europeo, ad aggiudicarsi il titolo del progetto più incredibile sono stati gli architetti torinesi Attilio Mileto ed Elena Tosi (unica donna tra i vincitori), che hanno deciso di ristrutturare una casa rotante situata a Ghiffa, sulle sponde del Lago Maggiore, in grado di ruotare di 360° e orientarsi in base alla posizione del sole. I due architetti torinesi hanno deciso di ristrutturare l’edificio con soluzioni green ed ecosostenibili, adattandola all’ambiente circostante e sfruttando tutte le risorse disponibili in natura.

Oltre alla cifra di 5 mila euro, la coppia ha vinto la possibilità di raccontare il proprio progetto incredibile in un episodio della web serie “The Amazing Making Of” prodotta da ManoMano. Grazie alla diffusione della web serie attraverso i canali di comunicazione dell’e-commerce, la casa rotante di Ghiffa farà il giro del mondo e avrà un’ampia visibilità nella community più importante del fai da te, raggiungendo milioni di persone.

16/01/2019   Beta Utensili acquisisce Abra Beta

Ultim’ora sull’acquisizione da parte di Beta Utensili dell’azienda Abra Beta, specializzata in abrasivi rinforzati ad impasto resinoide per la sbavatura e il taglio di tutti i materiali. Solo un anno fa la Beta Utensili aveva acquisito il marchio BM consolidando la vocazione dell’ azienda italiana, specializzata nella produzione di utensileria, all’espansione commerciale. Al momento abbiamo solo la "non smentita" dell’operazione, a breve i dettagli di questo ulteriore segno di crescita della Beta Utensili.

16/01/2019   Ristrutturazione casa: nel 2019 detrazioni del 50%

Fino al 31 dicembre 2019 è possibile ristrutturare, riqualificare, arredare casa e sistemare il verde esterno usufruendo delle detrazioni fiscali prorogate dalla Legge di Bilancio 2019. Si tratta della detrazione del 50% per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, una detrazione dal 50% al 65% (a seconda degli interventi scelti) per i lavori volti a migliorare l’efficienza energetica e una detrazione del 36% per i lavori di manutenzione del verdeColoro che vogliono adeguare sismicamente la propria abitazione, invece, avranno tempo fino al 31 dicembre 2021 per fruire della detrazione fino all’85%.

15/01/2019   Mafra debutta al Rallye Monte-Carlo Historique

MAFRA, azienda specializzata nel settore della cura dell’auto e del car detailing, inaugura il 2019 sponsorizzando la partenza di Milano del Rallye Monte-Carlo Historique, uno degli appuntamenti più importanti tra quelli dedicati alle competizioni con le vetture storiche. Giunto alla sua 22a edizione, il Rallye Monte-Carlo Historique (dal 30 gennaio al 6 febbraio 2019) vede la partecipazione di numerose vetture, tutte accomunate dalla stessa caratteristica: il modello dell’auto deve aver partecipato almeno una volta al Rallye Monte-Carlo tra il 1955 e il 1980. Grande novità dell’edizione 2019 è la presenza di Milano tra le città da cui prende il via la gara, non accadeva dal 1932.

14/01/2019   Nuova apertura Brico Io a Milano

Il taglio del nastro avverrà alle 9.00 di mercoledì 16 gennaio: il nuovo negozio si trova in un complesso sito all’angolo tra via Benadir e via Palmanova che ospita anche il supermercato Coop e altri due esercizi commerciali. A disposizione della clientela ci sono 3 aree parcheggio (una esterna e due interne al fabbricato).

Al Brico io di Milano-Palmanova si può accedere da due ingressi: entrando da quello posto al piano terra si viene subito accolti nel settore dedicato alla casa, che si sviluppa poi anche al primo piano, al quale si può accedere anche direttamente.  

Al piano superiore sono collocati anche i reparti dedicati agli animali da compagnia e ai complementi di arredo, insieme agli altri 16 reparti che propongono oltre 20.000 referenze di decorazione, aria aperta, giardinaggio, arredo bagno, accessori bagno, idraulica, illuminazione, elettricità, utensileria elettrica e manuale, ferramenta, vernici e colle, piccola edilizia, legno, scaffali, accessori auto. Ci sono i servizi tintometro e taglio al metro di corde, cavi e tovagliati; la squadra degli addetti è disponibile per fornire ai clienti consigli, consulenze e preventivi gratuiti.

Brico io di Milano-Palmanova è inoltre abilitato come punto di ritiro per gli acquisti effettuati sul sito www.bricoio.it e partecipa alla raccolta punti per i soci COOP, ai quali tutti i mercoledì è riservato uno sconto del 10% sugli acquisti.    

11/01/2019   Su Youtube la storia della Technomax dalla nascita ad oggi

La Technomax nasce nel 1987 in un piccolo capannone e si specializza nella produzione di cassaforti ad uso privato. Da allora l'azienda è cresciuta e oggi si sviluppa su 13mila metri quadrati coperti in cui vengono progettati, realizzati e commercializzati sistemi di sicurezza passiva per il settore privato, professionale e aleberghiero.

Tutto questo e molto di più potrete vederlo e ascoltarlo sulla pagina Youtube https://youtu.be/kSLqFE7xxSY

10/01/2019   Bosch vince il premio come migliore customer service

Bosch, per il terzo anno consecutivo, è stata premiata dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza con il Sigillo d’Oro di Qualità nel settore assistenza elettrodomestici per aver offerto ai propri clienti il miglior customer service. Il Sigillo d’Oro di Qualità rappresenta un’ulteriore conferma per Bosch: la soddisfazione della clientela, costruita e consolidata negli anni, è alla base dell’azienda e ha contribuito a far percepire il marchio come un “amico fidato”.

Stefano Piazzardi, responsabile Customer Service di Bosch, ha dichiarato: “Vincere il sigillo per il terzo anno consecutivo ci riempie d’orgoglio, soprattutto perché costituisce un prezioso riconoscimento del lavoro quotidiano dei Centri Assistenza che compongono la nostra rete".

09/01/2019   CES 2019: Bmw lancia l'assistente di guida digitale

Si è aperta ieri la fiera di Las Vegas la più importante e influente del mondo per il settore tecnologico. Tantissime le novità e i prototipi presentati, tra i più futuristici l'Intelligent Personal Assistant di Bmw, che si attiva con un comando di richiamo molto semplice “Hey, Bmw”, ma si può personalizzare con un nome a proprio piacere. Tra le funzioni dell'assistente digitale c'è quella di trovare parcheggio e tutta una gamma di attenzioni particolari allo stato di salute e di attenzione del guidatore.

E-commerce di successo

11/01/2016

Kaloo è una digital company di business process outsourcing operante nel settore dell’e-commerce.

Enrico Viscardi, punto di riferimento storico nel mondo della distribuzione professionale di materiale elettrico, è uno dei fondatori di Kaloo. Lo abbiamo incontrato a Milano, in occasione di iFerr day 2015.

iFerr: Viscardi ci racconti: perché ad iFerr Day?

E.V.: Prima di tutto sono qui in rappresentanza del mondo della distribuzione professionale di materiale elettrico come delegato di FME, poi sono qui anche per interesse personale. Perché credo che anche nella distribuzione di ferramenta utensileria giardinaggio e fai da te, ci siano ampi spazi ancora aperti per chi come me opera nel mondo della de materializzazione dei processi commerciali di vendita.

iFerr: Quindi, anche per approfondire la questione ecommerce in questo mercato?

Esatto. Sono convinto che nel settore specifi co ci sia davvero necessità di referenti attenti e specializzati capaci di proporre soluzioni ponderate e su misura. L’e-commerce non è questione da nulla, se lo si vuole trasformare in un’impresa di successo!

iFerr: Perché, non basta avere buoni prodotti, un sito efficiente e una buona organizzazione logistica?

Questo è quello che pensano i più, in effetti. Ed è il motivo per cui un’elevatissima percentuale di attività di e-commerce nasce e muore nel giro di poco più di 18 mesi.

iFerr: Non può invece essere indicatore di scarso interesse per gli acquisti online, da parte degli utenti italiani?

Direi proprio di no! E i dati parlano chiaro: in Italia l’e-commerce cresce in percentuali a due cifre. Quindi è il contrario: agli utenti piace poter acquistare comodamente senza dover prendere l’auto e cercare parcheggio, senza dipendere dagli orari dei negozi e senza l’ansia di dover decidere. Per no parlare poi del potenziale risparmio: online si possono comparare prezzi e condizioni, per acquistare solo alla fine, ciò che più ci conviene.

iFerr: Allora scusi: perché tanti progetti di e-commerce chiudono velocemente i battenti?

A mio avviso tutta la questione ruota intorno a un unico perno: quello della progettazione. Mi spiego meglio: perché una piattaforma di e-commerce funzioni, è necessario partire da una seria e solida analisi della situazione. Questa analisi a mio avviso viene troppo spesso affrontata con un approccio non adeguato.

Ci aiuti a comprendere meglio: cosa intende per approccio adeguato?

Volentieri. In un’azienda, quando si affronta una nuova idea commerciale, tutto inizia con un serio, articolato, completo e ben concepito business plan. Questo però non accade quasi mai nelle giuste modalità, quando si analizzano le specifi cità dell’e-commerce. Perché l’idea effettivamente dominante è che buoni prodotti, un sito accattivante e una logistica effi ciente, siano gli unici strumenti utili e necessari.

iFerr: Vabbè, ma se un’azienda prospera grazie alla capacità produttiva e distributiva, perché non dovrebbe avere successo anche online?

Perché quel successo nel commercio tradizionale, nasce da analisi di progetti, investimenti, strategie e gestioni costanti e continue. Lo stesso quindi deve essere fatto anche per l’organizzazione delle vendite online a cui si aggiunge una nuova metodologia di vendita specifi ca dell’area web.

iFerr: E non si può semplicemente applicare all’ecommerce ciò che si è strutturato per il commercio tradizionale?

No, è proprio questo il nocciolo della questione! Le due attività, pur all’interno di opportune sinergie, devono restare ben distinte. Perché partono da presupposti e seguono logiche commerciali e di marketing decisamente differenti tra loro!

iFerr: Ci faccia un esempio, per piacere!

Tanto per cominciare, come si fa ad essere sicuri che un prodotto sia adatto alla vendita online, che il suo margine operativo e le effettive potenzialità di commercializzazione online, siano tali da garantire una adeguata remunerazione? Per rispondere a questa domanda è necessario analizzare la situazione sotto tutti i punti di vista, pianifi care gli investimenti necessari per partire, conteggiare i costi gestionali e effettuare un’analisi approfondita delle logiche di web markerting. Da tutto questo si genera una proiezione il più possibile attendibile delle vendite e da qui più precisamente una proiezione di EBIT per il primo anno e a seguire triennale.

iFerr: A quali costi si riferisce, in particolare?

Perché se già produco/importo/vendo, ho un sito e una struttura commerciale e logistica… Certamente, se quello che voglio è solo dare un servizio, poco altro mi serve. Allora non punto a generare un business ulteriore nuovo e differente, bensì presidio la porzione di mercato che già ho, mettendo a disposizione dei miei clienti più o meno consolidati, una ulteriore opzione di acquisto. Nulla di più.

iFerr: Chiaro. Quindi, quali costi devo prevedere, se voglio che l’e-commerce generi un business ulteriore consentendomi di acquisire nuove quote di mercato?

Prima di tutto è necessario partire da alcune considerazioni. Il potenziale cliente online non ha il prodotto fisicamente in mano, con le sue etichette e spiegazioni, e non può contare sul supporto di un commesso. Il primo ostacolo da superare è quello della corretta ed esaustiva presentazione di ciò che si vuole vendere. Dopo di che: a meno che io non sia un marchio noto, come faccio a rendere visibile la mia proposta commerciale, visto che non ho vetrine e punti vendita lineari, fisici? Devo necessariamente creare un sistema efficace di web marketing, che sarà la vera forza di vendita che mi aiuterà a rendermi visibile agli utenti del web. Tutto questorichiede analisi, progetti, definizione continua e costante di campagne di web-marketing per una gestione continua del punto vendita online.

iFerr: Torniamo quindi alla questione di partenza, quella del business plan?

Esattamente. Perché una piattaforma e-commerce funzioni e generi reddito, è indispensabile analizzare tutti gli aspetti specifici del progetto e-commerce per poi passare alla fatidica domanda: “ne vale la pena?”

iFerr: Certo tutto questo non è semplice!

Non lo è. Per questo noi ci siamo specializzati. E per questo il business plan realizzato dai nostri esperti di e-commerce è la chiave del successo di un progetto. Noi siamo sempre molto onesti e chiari e procediamo solo con la realizzazione e gestione di quelle piattaforme che davvero, vale la pena di implementare.

iFerr: Sta dicendo che se il business plan prospetta risultati non ottimali, voi preferite rinunciare al progetto?

Non solo, consigliamo al cliente di rivedere i fondamentali del progetto perché il nostro obiettivo è prima di tutto erogare consulenza. E un buon consulente deve essere prima di ogni cosa capace di fermarti, se secondo lui stai prendendo la strada sbagliata!

Anche nelloutdoor AmAno le-commerce!

Demandware, con oltre 1.300 siti di retailer globali ospitati dalla piattaforma Demandware Commerce, ha realizzato un report che analizza in dettaglio l’attività di oltre 30 milioni di acquirenti di prodotti per l’outdoor. Ed ecco cosa ne è emerso. I retailer del segmento outdoor stanno vivendo un periodo di grande crescita nel digital commerce: anno su anno, il traffico sui siti dedicati al settore segna +38%, indicando un chiaro interesse degli acquirenti per il settore. Guardando al digital commerce nella sua globalità, l’attrattiva registra un aumento del 21%. Questa crescita di traffico si sta rivelando anche vantaggiosa, con l’aumento anno su anno della spesa per visita (misura della variazione del tasso di conversione e del valore medio degli ordini) all’11%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Torna indietro

Condividi: facebook Invia per E-mail stampa PiĆ¹
Share on Google+ Share on LinkedIn
Aziende in evidenza
Prodotti in evidenza
Sondaggio
Fiere & Eventi
IPM ESSEN

IPM ESSEN

Dal 22 al 25 gennaio 2019

Messe Essen - Messeplatz 1, 45131 Essen

Germania

HARDWARE & HAND TOOLS 2019

HARDWARE & HAND TOOLS 2019

Dal 5 all'8 dicembre 2019

Saigon Exhibition &convention Center - Ho Chi Min City

Vietnam

 
In edicola
iFerr Magazine
IFERR © 2014 Partita IVA: 12022601004 Powered by Intempra Intempra